Visite specialisticheVisita ortopedica

visita ortopedica monza

Il reparto ortopedia del Politerapico di Monza si avvale di medici preparati e aggiornati in tutte le tecniche e le strumentazioni diagnostiche di ultima generazione.

Questa branca medica si occupa di curare e prevenire tutte quelle patologie a carico dell'apparato muscolo-scheletrico. L'intervento dell'ortopedico si configura sia in modo conservativo, nel senso che si tende a bloccare l'avanzare di una patologia, sia chirurgico.

La consulenza ortopedica è fondamentale anche nella fase della crescita, che va monitorata per verificarne il buon andamento e regolarizzare talune patologie con interventi correttivi (come per esempio la scoliosi con il busto).

L'ortopedico interviene anche in rapporto alle "nuove sindromi" che insorgono a seguito di una postura scorretta e creano disfunzioni a carico della colonna vertebrale. In tal caso è lo specialista che consiglia la corretta postura, l'eventuale utilizzo di un materasso e/o di un cuscino ortopedico.

Per prenotare una visita ortopedica presso il Politerapico di Monza clicca qui


plantari ortopedici sono dei presidi medici che svolgono un'azione ben precisa, ovvero quello di cambiare i rapporti articolari delle varie ossa del piede. In questo modo si ottiene un nuovo equilibrio del piede con l'arto, durante le fasi di stazione e deambulazione. Ma l'azione dei plantari è anche quella di ammortizzare l'impatto del piede con il piano di appoggio, riducendo così i traumi articolari conseguenti ad un appiombo scorretto.

I plantari possono avere diverse applicazioni, tra le quali: metatarsalgia (dolore localizzato al metatarso) e tutte le altre forme di algia articolare del piede, alluce valgo, piede piatto, piede reumatico conseguente all'artrite reumatoide, linfedema, vasculopatie periferiche e patologie metaboliche con compromissione degli arti inferiori (diabete).
Un plantare può essere realizzato solo ed esclusivamente da un tecnico ortopedico o da un podologo, preventivamente autorizzati dal Ministero della Salute. La finalità principale di questi elementi, infatti, è quella di ristabilire un equilibrio nell'appoggio della pianta del piede, distribuendo uniformemente il carico su tutte le strutture di sostegno.

Proprio per questo motivo vanno assolutamente realizzati in base alle problematiche individuali e alla conformazione podale soggettiva, in modo da correggere il difetto specifico ed apportare sollievo soprattutto negli stati algici. Solitamente i plantari correttivi possono essere costituiti da diversi tipi di materiali, tra cui il sughero, il cuoio, il lattice, il silicone ed altri, anche se per i bambini e per i diabetici sono previste strutture più morbide. I plantari si ottengono previo prelievo dell'impronta dal piede, necessaria a stabilire le zone di depressione e quelle di appoggio su cui si scarica maggiormente il peso corporeo.

Queste strutture vengono create anche sulla base di alcuni parametri individuali, quali età e peso in rapporto con l'altezza, che servono al podologo a completare il quadro sintomatologico e quindi a realizzare un plantare del tutto appropriato. Una volta fatti su misura, i plantari vanno indossati quotidianamente in tutte le calzature, sia all'esterno che in casa, per poterne trarre il maggior beneficio possibile. Nei casi clinici più particolari e difficili, il plantare viene poi associato ad una calzatura adeguata anch'essa prescritta dal podologo perché, unitamente all'azione del primo, permette di correggere i difetti di deambulazione più importanti ed accentuati.
Poiché i plantari intervengono indirettamente nel miglioramento della circolazione periferica linfatica e venosa, in alcuni casi vengono utilizzati anche con finalità estetiche, nel tentativo di ridurre la cellulite sulle gambe: quest'ultima, infatti, è il risultato di un'insufficienza flebo-linfatica che non consente un corretto ritorno del flusso linfatico e venoso.


© 2014 Centro Politerapico - P.Iva 00809530967.
Tutti i diritti riservati.

Credits