Visita Cardiologica

Cos’è

Si tratta di una visita specialistica che si esegue a seguito della manifestazione di sintomi precisi quali la dispnea e affaticamento, sia a riposo sia sotto sforzo, vertigini, debolezza generalizzata, capogiri, palpitazioni, dolore toracico.

A cosa serve

La visita cardiologica  mira a indagare le patologie a carico del cuore e, da prassi, è associata a un esame specifico come l’elettrocardiogramma.

Con una visita cardiologica si indagano anche altri tipi di patologie del cuore, tra cui le anomalie del ritmo cardiaco (fibrillazioni, extrasistole, aritmie), ma anche le modificazioni del volume del cuore.

Le patologie a carico del cuore che possono essere indagate sono le cardiomiopatie, l’ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco, disfunzioni a carico della valvola mitralica, dell’aorta, e in generale delle valvole cardiache e le cardiopatie.

In occasione della visita cardiologica il medico chiederà al paziente informazioni riguardo alle abitudini che possono influire sulla salute del cuore, come il fumo, l’alimentazione, lo stile di vita in generale, se è viene praticata attività motoria e se vi è familiarità riguardo alle patologie cardiovascolari.

Come funziona

La visita inizia con un’analisi obiettiva durante la quale il cardiologo ispeziona la superficie, ausculta il cuore, indaga con l’ausilio della percussione e misura i valori pressori. Può anche invitare il paziente a delle precise manovre per arrivare ad un’anamnesi oculata.

Viene quindi eseguito l’elettrocardiogramma con l’applicazione degli elettrodi sul petto, ai polsi e alle caviglie insieme a uno strato di gel. In tal modo il medico potrà eseguire una registrazione sull’attività elettrica cardiaca che verrà riportata sul tracciato grafico, che corrisponde al risultato dell’esame diagnostico. Con l’elettrocardiogramma viene misurata l’attività elettrica del muscolo cardiaco.

La visita cardiologica associata a un elettrocardiogramma secondo le indicazioni del cardiologo, deve essere eseguita periodicamente, in particolare per i pazienti che sono stati sottoposti a un intervento per l’impianto di protesi valvolari. Un visita che si rispetti non deve mai essere fatta senza eseguire l’elettrocardiogramma. Viceversa quest’ultimo, da solo, non può essere considerato una visita cardiologica completa.

Oltre all’elettrocardiogramma possono essere eseguiti anche altri esami strumentali come l’ecocardiogramma, l’ECG dinamico, l’Ecocolordoppler vascolare, la risonanza magnetica nucleare, la scintigrafia miocardica e ai polmoni, la TAC, ecc. Tali esami aggiuntivi e integrativi, decisi caso per caso dal cardiologo, servono per giungere a una diagnosi quanto mai completa e precisa.

A seguito di questa il cardiologo potrà prescrivere la terapia secondo la giusta posologia.

Chi può effettuarla

Chiunque può effettuare questa visita compresi i bambini.

Norme di preparazione

Per eseguire la visita cardiologia è necessaria la prescrizione medica e avere con se eventuali esami precedenti, per completare la storia clinica del paziente.

Non sono necessarie norme di preparazione particolari

È dolorosa o pericolosa?

Assolutamente no, è un tipo di visita non invasivo e totalmente sicuro.