Opt Ortopantomografia Rx Arcate Dentarie

Cos’è l’ortopantomografia (OPT)

L’ortopantomografia o “radiografia panoramica delle arcate dentarie” è un esame di tipo radiologico grazie al quale è possibile disporre di un’immagine completa della dentatura, dello stato di entrambe le arcate dentali e delle ossa della mascella e della mandibola.

 

A cosa serve

Grazie a questo tipo di immagine diagnostica diventa possibile per il dentista individuare eventuali disallineamenti delle arcate così come granulomi, carie che non risultavano alla visita diretta, cisti, fratture delle radici, denti inclusi e riassorbimenti ossei. Viene spesso abbinata ad una teleradiografia del cranio per valutare le caratteristiche facciali e mascellari, dei tessuti molli ed il profilo del viso del paziente.

 

Come funziona

L’ortopantomografia prevede che, in piedi o seduti a seconda del tipo di apparecchio utilizzato, si appoggi il mento su uno specifico supporto. Appositi sostegni mantengono in posizione anche le tempie e la fronte mentre le mani, a loro volta, impugnano delle maniglie. All’interno della bocca del paziente viene inserito un piccolo bite in materiale plastico che deve essere stretto con gli incisivi. In questo modo la testa del paziente viene mantenuta immobile durante i pochi secondi in cui si esegue la panoramica dentale. La durata complessiva dell’esame non supera i 5 minuti.

 

Chi può effettuarla

L’ortopantomografia è controindicata per le donne in gravidanza, dal momento che si tratta di un esame radiologico. Inoltre risulta di difficile esecuzione per bambini al di sotto dei 6 anni di età, in alcuni pazienti psichiatrici o fobici e nel caso di malattie neurologiche associate a tremori non controllabili, per la collaborazione richiesta da parte del paziente.

 

Norme di preparazione

Non occorre alcuna preparazione specifica e l’unico consiglio da seguire è quello di mantenere la testa immobile, in modo da poter garantire immagini nitide. Eventuali immagini sfocate infatti, essendo poco leggibili, richiedono una ripetizione dell’esame e una nuova esposizione ai raggi X. Prima di effettuare l’ortopantomografia devono essere tolti orecchini, piercing, collane, protesi dentali mobili, apparecchi acustici e parrucche, in modo da non creare interferenze con la radiografia.

 

È dolorosa o pericolosa?

L’ortopantomografia non è né dolorosa né invasiva. Si tratta di un esame radiologico e, di conseguenza, impiega raggi X con radiazioni ionizzanti molto basse. In ogni caso il paziente viene protetto con uno specifico schermo a corpetto che protegge il collo e il torace. Le gestanti o le donne che, comunque, sospettano di poter essere incinte, devono avvertire del loro stato il radiologo che deciderà se adottare ulteriori precauzioni o se rimandare l’esame. I risultati della panoramica dentale confermeranno o meno l’esigenza di ricorrere ad altri esami di approfondimento come, per esempio, una tac dentale e suggeriranno al medico le metodologie e il percorso curativo più idoneo per il paziente.