Visita dal Dietologo - Nutrizionista

Cos’è

La visita dietologica è una valutazione dello stato nutrizionale  di un paziente finalizzata alla formulazione di diete per diminuire o incrementare il peso, pianificare regimi alimentari per chi è affetto da patologie o da intolleranze e anche per tutti coloro che si devono nutrire artificialmente o hanno problemi di malnutrizione (come chi ha subito interventi oncologici o chirurgici).

A cosa serve

Il dietologo e/o il nutrizionista valutano lo stato e la necessità nutrizionale di un paziente attraverso test ed esami specifici, infatti lo scopo della visita dietologica può variare a seconda dei diversi quadri nutrizionali di ciascuno: nel caso in cui venga rilevata una condizione di sovrappeso o obesità si daranno indicazioni totalmente diverse da quelle atte a far fronte a disturbi come la malnutrizione in difetto.

Durante la visita, il dietologo / nutrizionista da indicazioni dietetiche specifiche a seconda delle diverse patologie, ovvero, facendo particolare attenzione alle eventuali comorbidità associate, quali ad esempio diabete, insufficienza renale, dislipidemia, ipertensione etc..

Come funziona

 La visita dietologica inizia con la raccolta, da parte del medico dietologo e nutrizionista, di un’ anamnesi fisiologica, patologica e familiare, si procede poi con l’anamnesi ponderale finalizzata alla valutazione nutrizionale, in questa fase vengono raccolte  informazioni circa la storia del peso del paziente ( è importante per lo specialista sapere se il peso del paziente ha subito eventuali oscillazioni, in eccesso o difetto, spontanee o magari legate a condizioni patologiche o a diete).

Con l’anamnesi alimentare vengono invece rilevate le abitudini alimentari del soggetto, che saranno poi il punto di partenza per strutturare le indicazioni dietologiche.

Alla prima visita dietologica viene solitamente richiesta la compilazione di un diario alimentare per monitorare gli introiti del paziente in vista dei controlli dietologici successivi (la cui frequenza viene stabilita a seconda dei diversi piani dietologici).

Solitamente la prima visita dietologica dura circa 20 minuti, i controlli successivi 10-15 minuti.

Norme di preparazione

Per permettere allo specialista di definire lo stato nutrizionale del paziente, utile è la valutazione degli esami ematochimici  (nel caso in cui il paziente non abbia già effettuato questo tipo di esami possono essere prescritti dal medico nutrizionista).

Altri esami utili sono quelli strumentali  come ecografia dell’addome, gastroscopia o colonscopia.

È dolorosa o pericolosa?

No, non si tratta di un tipo di esame invasivo, doloroso ne pericoloso.