Dermatologia

Cos’è

La visita dermatologica è un esame diagnostico atto a individuare, escludere o semplicemente monitorare una patologia di carattere dermatologico.  Il dermatologo è in grado di accertare e individuare anomalie nella condizione dei nei, presenza di pomfi e/o angioedemi, eruzioni cutanee, verificare la natura di pruriti o identificare le cause di variazioni nella consistenza e nel colore della cute.

 

A cosa serve la visita dermatologica?

Sottoporsi ad una visita dermatologica è utile per diagnosticare e trattare le patologie cutanee come eritema dermatite, acnepsoriasi, eczema, verruche e per monitorarne l’evoluzione e la guarigione.

Come funziona

Le visite dermatologiche si dividono in due parti, nella prima viene eseguita l’anamnesi del paziente, ovvero vengono raccolte le informazioni riguardanti la sua storia clinica e il suo stile di vita (alimentazione, consumo di alcol, vizio del fumo, assunzione di farmaci, eventuali patologie a carico etc..) e la patologia riscontrata (comparsa, durata e caratteristiche dei sintomi).

Il dermatologo esaminerà invece nella seconda parte della visita le manifestazioni cutanee che hanno portato il paziente a decidere di sottoporsi a una visita dermatologica.

Nel caso in cui la diagnosi dopo una prima visita non fosse ancora chiara, il medico specialista potrebbe richiedere al paziente di sottoporsi a esami strumentali ulteriori come tampone cutaneo, biopsia cutanea (e/o del sangue) o a test allergologici.

 

Chi può effettuarla

Tutti possono sottoporsi a questo tipo di visita.

 

Norme di preparazione

Non sono previste norme di preparazione particolari, è ad ogni modo necessario portare con sé eventuali esami dermatologici effettuati in precedenza. Inoltre è opportuno presentare eventuali esami del sangue (se effettuati recentemente) e indicare se e quali farmaci vengono assunti quotidianamente.

 

È dolorosa o pericolosa?

No, si tratta di una visita non invasiva e assolutamente priva di rischi per il paziente.