Allergologia con test

Cos’è l’allergologia?

L’allergologia è una branca della medicina che si occupa di diagnosticare, monitorare o escludere un disturbo di carattere allergologico. I principali sintomi di questo tipo di disturbi sono difficoltà respiratorie, prurito, naso chiuso, emicrania o eczema.

 

A cosa serve il test allergologico?

Lo scopo di questa visita è quello di diagnosticare la tipologia di allergia e stabilire la terapia.

 

Allergologia: come funziona?

L’allergologo, dopo aver raccolto l’anamnesi del paziente, potrà effettuare diversi test:

  • Prick test in cui la cute viene perforata da un ago per consentire la penetrazione dell’allergene; se intorno al punto dell’iniezione dopo circa una ventina minuti si genera un ponfo rosso e caldo significa che si è sensibili all’allergene.
  • Test di provocazione, nel corso del quale l’allergene viene applicato direttamente a livello oculare, nasale e bronchiale per valutare la risposta dell’organismo.
  • Patch test, con il quale l’allergologo applica dei cerotti contenenti estratti allergizzanti.
  • Rast test o test di radio-allergo-assorbimento, che consiste nella ricerca di specifici anticorpi (le IgE, o immunoglobuline E) nel sangue.
  • Spirometria semplice, l’esame che valuta come funziona il nostro apparato respiratorio, permettendo di misurare quanta aria contengono i nostri polmoni e come questa aria si muove attraverso i nostri bronchi.
  • Test di broncoreversibilità con farmaco, eseguito effettuando una spirometria di base, successivamente somministrando un farmaco broncodilatatore per via spray e, infine, mediante una seconda spirometria da confrontare con quella basale.
  • Test dell’ossido nitrico nell’espirato, che consiste nella misurazione dell’ossido nitrico nell’aria espirata.

 

Chi può effettuarla?

Tutti possono effettuarla, non ci sono controindicazioni.

 

Quali sono le norme di preparazione al test allergologico?

Si consiglia di non assumere antistaminici almeno 5 giorni prima della visita. In caso di visita per dermatite inoltre è consigliato evitare l’uso di cortisonici nelle 2 settimane precedenti.

 

È una visita dolorosa o pericolosa?

No, la visita effettuata dall’allergologo non è dolorosa o pericolosa.